Il Borgo

L'atmosfera che si respira nel Borgo circostante accompagna gli ospiti in un viaggio esperienziale caratteristico.

L'Hotel sorge in una delle frazioni più antiche della città di Cava de'Tirreni: Corpo di Cava. La Rocca, da cui ha preso origine la città, sovrasta il complesso dell'Abbazia Benedettina fondata nel 1011 che ha dato vita al nome con cui ci si riferisce all'antico borgo, la “Badia”.

L'Hotel Scapolatiello da sempre assume un fascino particolare agli occhi di visitatori appassionati di storia, natura e paesaggio. Il Borgo circostante era l'antica sede del "corpo" dei magistrati del territorio che divenne un villaggio nel 1092 per volontà di San Pietro I, quando vi si trasferirono gli abitanti della vallata, tra cui magistrati del territorio e funzionari dell'Abbazia.

Il 5 settembre 1092 a Corpo di Cava giunse anche il Papa Urbano II che consacrò l'Abbazia Benedettina. Nello stesso anno il villaggio fu circondato da mura con tre porte ed otto torrioni di difesa, per salvaguardare i cittadini dagli attacchi dei briganti. Le fortificazioni furono nel tempo demolite e ricostruite da Manfredi, Re di Napoli e Sicilia, figlio di Federico II, che nel 1265, durante la guerra tra Svevi ed Angioini, vi si rifugiò.

Oggi il Borgo conserva ancora la quasi totalità delle mura di fortificazione del XI e XIII sec. Ogni anno, nella prima settimana di settembre, in occasione della “Festa Medioevale”, il Borgo del Corpo di Cava torna a rivivere la magia di quell’età di mezzo che ancora oggi attrae i nostri sensi con la forza dei suoi contrasti: colori sgargianti e atmosfere cupe, fastose cerimonie e lamentevole povertà, rozza baldoria e dolce religiosità.

Diventa fan dell'Hotel Scapolatiello, seguici su