La festa di Montecastello

Dal 22 al 30 giugno vivi un’emozionante esperienza nella cittadina cavese

L’attesissima festa di Montecastello, evento che richiama l’attenzione non solo del popolo cavese, sta per avere inizio anche quest’anno.

La ricorrenza ha origine nel 1656, con la grazia ricevuta in seguito alle devastazioni della peste. I parroci del tempo organizzarono una processione dalla parrocchia dell’Annunziata verso Montecastello, ed inseguito a ciò le tante preghiere vennero ascoltate ed in poco tempo l’epidemia scomparve dalla cittadina generando una forte devozione tanto da rinnovare di anno in anno la processione per la grazia ricevuta.

La festa di Monte Castello per la città di Cava de’ Tirreni è tra le più importanti manifestazioni, festività in grado di racchiudere un animo sia religioso sia folkloristico.

Protagonista della festa è il “pistone”, o "archibugio", un'antica arma del Cinquecento che i “pistonieri” fanno esplodere con colpi a salve per dimostrare la “gioia” e celebrare la festa.

I festeggiamenti hanno inizio con la Santa Messa, gli onori al Santissimo Sacramento, ed il tradizionale giro dei pistonieri che per un intero giorno fanno risuonare nella vallata gli archibugi.

Di seguito un’anteprima del programma:

Sabato 22 giugno, alle ore 21.00 accensione del Sacro Ostensorio su Monte Castello.

Domenica 23 giugno, ore 18.00 santa messa in Duomo per il Corpus Domini e processione per il centro.

Mercoledì 26 giugno, la fiaccolata della fede, in collaborazione con il CSI Cava.

Si partirà dal Castello, poi il corteo in giro per le vie del centro storico, per terminare in piazza Duomo dove si accenderà il Braciere della Fede. Esso rimarrà lì ad ardere per tutti i giorni dei festeggiamenti. Ai presenti verrà donato il Luminello della Fede, che ognuno potrà portare al cospetto del SS. Sacramento in Duomo in suggello della propria preghiera o voto spirituale.

Giovedì 27 giugno, giorno ufficiale della Festa del SS. Sacramento, alle ore 8.00 verrà celebrata la Santa Messa sul Castello dall’arcivescovo della Diocesi, Mons. Soricelli.

Alle ore 11.00, poi, è prevista una seconda messa, che verrà officiata da Don Rosario Sessa, parroco del Duomo di Cava de’ Tirreni, e sempre sul Castello, all’interno della cappella S. Adiutore.

Sempre il giorno 27, alle ore 20.30, si terrà la solenne processione del Corpus Domini che partirà come di consueto dalla frazione SS. Annunziata e giungerà fino al Castello. Probabilmente, la messa delle ore 8.00 verrà trasmessa in diretta dalla chiesa del Purgatorio, sita sul corso, questo per chi non potrà salire fin su Monte Castello. Si sta lavorando anche per diffondere la messa in filodiffusione sotto i portici del centro città.

Venerdì 28 giugno, si partirà alle 18.30 con l’evento “Peste al borgo”.

Tutto il Borgo Scacciaventi diventerà un teatro a cielo aperto. Verranno rappresentate delle scene al tempo della peste e verrà allestito un lazzaretto.

Alle ore 20.30, sempre del 28 Giugno, ci sarà il corteo degli appestati che partirà da San Francesco e si dirigerà verso il borgo. Il corteo questa volta si arricchisce con scene itineranti. 

Alle ore 21.30 si terrà un altro evento dal titolo “La peste del 25 Maggio 1656”. Si tratta di una rievocazione vocale durante la quale verranno letti dei passi storici dei fatti accaduti al tempo della pesta a Cava de’ Tirreni nel ‘600.

Dopo, ci sarà la benedizione eucaristica impartita da Don Rosario Sessa, che uscirà con il SS. Sacramento dal Duomo.

A seguire, adorazione eucaristica in piazza ed accensione del sacramento con fuochi e giochi di luce.

Sabato 29 giugno, benedizione dei trombonieri e dei gruppi folkloristici alle ore 18.30 in piazza Duomo.

Dopo, sparo degli archibugi in villa comunale, e corteo finale per le strade della città.

Domenica 30 giugno, giorno della fine dei festeggiamenti, verrà spento il braciere della fede.

Verrà celebrata una messa alle ore 19.00 con il tedeum di ringraziamento al SS. Sacramento.

Ti aspettiamo per rievocare insieme una storia che si tramanda di anno in anno con il corteo degli appestati in abiti d'epoca e degustazioni di piatti tipici cavesi come la milza, la soppressata, le melanzane con cioccolato, la pastiera di maccheroni, ed il buon vino. 

A conclusione della manifestazione il grandioso spettacolo pirotecnico dal Monte.

Hotel Scapolatiello, nel cuore del Corpo di Cava, caratteristico borgo medioevale nella cittadina cavese, è il luogo ideale da dove iniziare una favolosa avventura. 

Natura, storia e tradizioni per un'esperienza indimenticabile.

Vogliamo proporti qualche idea che potrebbe esserti utile ad organizzare il tuo soggiorno qui da noi.
Il nostro territorio è ricco di bellezze da scoprire, itinerari da esplorare e di ottimi prodotti tipici da gustare.
Dai un'occhiata alle foto condivise da altri nostri ospiti.

scopri altri Eventi

Diventa fan dell'Hotel Scapolatiello, seguici su